• Home

Heart Shabby

Banco di scuola Shabby Chic...quando ancora si scriveva con pennino e calamaio

 

E' qualche tempo che non scrivo, gli impegni con il Temporary Workshop a Lovere hanno occupato la maggior parte della mia giornata. Sicuramente un'esperienza positiva a livello personale, grazie soprattutto alla disponibilità delle persone che ho conosciuto. Lovere è un piccolo borgo sul lago d'Iseo e per me è stata una scoperta conoscerne sia piccoli anfratti, che le chiese ed i monumenti storici ricchi di fascino.

E' proprio in Piazza Vittorio Emanuele II da sempre considerata il cuore pulsante del borgo, tra i palazzi podestarili che la circondano e la torre civica, che ho vissuto questa esperienza.

Un pomeriggio, una signora attratta dalle creazioni esposte, ha pensato di dare un tocco Shabby al suo vecchio banco di scuola, e dopo un breve scambio di idee e scelti i colori, la mia fantasia ha immaginato una decorazione semplice e delicata, che non andasse ad appesantire questo bellissimo pezzo di storia, quando ancora si scriveva con pennino e calamaio. Come spesso succede, mi dimentico di fare le foto dei mobili prima di decorarli ed anche questa volta è successo così...infatti originariamente era tinta noce scuro!

banco scuola shabby chic

Per realizzare la cornice mi sono semplificata il lavoro con del nastro adesivo, mentre i due decori fatti a mano mi hanno regalato una sensazione di benessere.

Il risultato finale è piaciuto molto, ho centrato quello che la signora aveva in mente, ma che non era riuscita a spiegarmi...e questo mi basta!

banco scuola shabby chic

banco scuola shabby chic

A tutte le donne con un pò di tempo a disposizione...provate a fare qualcosa di manuale, creativo o artistico...sarà un modo per superare momenti difficili, un pò tristi o semplicemente a cancellare la noia e vi regalerà una grande gioia!

Al prossimo post... "Festival delle Passioni"!

Il cassetto (shabby) dei miei sogni

Cassetto shabby

Ho compiuto quaranta anni il primo marzo e ho voluto festeggiare questo traguardo realizzando il sogno nel cassetto. Un cassetto che non resterà chiuso, ma che voglio aperto per lasciare che le idee, le fantasie e i progetti non abbiano limiti e confini. E’ così che il mio cassetto ha trovato una nuova collocazione, non più infilato in un comodino o sotto il piano di un tavolo, ma protagonista di un angolo, a contenere oggetti in bella mostra. Era vecchio e rovinato, segnato da anni di usura, ora però ha una seconda vita, un nuovo abito, un po’ shabby e un po’ chic.

Ed ecco il mio sogno: un blog, che non sarà solo passione e divertimento, ma impegno e dedizione, per crescere giorno dopo giorno, condividendo con voi l’amore per lo stile Shabby Chic , che non è solo nell’arredamento, ma un vero e proprio stile di vita. La mia passione ha avuto inizio più di venti anni fa, durante la mia prima esperienza lavorativa presso un negozio di antiquariato. Ogni giorno recandomi al lavoro, il fascino dei mobili, sia vecchi che antichi, non mi lasciava indifferente, catturava la mia curiosità e la mia sensibilità…se avessero avuto voce quei mobili, quante storie mi avrebbero potuto raccontare! Poi la mia strada prese un’altra direzione, ma come per magia, a distanza di anni, quell’arte che mi era entrata nel cuore ha trovato uno spiraglio per potersi liberare...ha così inizio la mia nuova avventura.

Buona lettura a tutti!

cassetto shabby chic

Il comodino shabby

Il mio momento creativo continua e devo dire con grande soddisfazione, non c'è giorno senza che il richiamo si faccia sentire. Decido allora di mettere mano ad un comodino, sembra un lavoro semplice, non ha particolari danni da ripararare, ma osservando bene trovo tanti buchini, con ospiti ancora molto attivi...il tarlo! Le cose si complicano, anche se con i prodotti giusti è solo una questione di tempo e un pò di pazienza.

Carteggio, stendo l'antitarlo a pennello, lo stucco, carteggio di nuovo, passo la paraffina negli angoli e sui bordi e finalmente, scelgo il colore o meglio, i colori e siccome mi piace complicarmi la vita, ne scelgo due di colori: bianco latte e seppia. Adoro questi colori ed il contrasto che creano. Il lavoro prosegue con gli ultimi passaggi e finalmente dal laboratorio, il comodino vestito di nuovo può finalmente tornare protagonista tra le stanze di casa.

Sarà possibile apprendere la tecnica di decorazione Shabby durante i corsi che organizzo, previa richiesta all'indirizzo mail info@heartshabby.com. Nell'immagine sotto, il comodino nella fase di carteggiatura ed in quella successiva, dopo un minuzioso lavoro di rifinitura, per creare quel contrasto di colori che io adoro!

comodino shabby prima1

comodino shabby chic

 

 

 

Poco Shabby, molto Chic

comodino shabby righe

E' in occasione di Lovere Arts che inizio a decorare un vecchio comodino, dalle linee semplici, senza cornici o intagli. E' una splendida giornata di sole, decido così di mettermi appena fuori dal Temporary Workshop con una sgabello a trattare questo mobile. Mentre carteggio e chiudo qualche fessura con lo stucco, inizio ad immaginare come realizzarlo e mi è bastato veramente poco tempo per decidere: Bianco Latte ed Azzurro Lago, a ricordare un pò gli arredi delle case di mare o di lago. Sicuramente, proprio il fatto di essere al lago mi ha ispirato e solo ora realizzo che spesso passeggiando durante le pause, mi sono soffermata a guardare gli attracchi innalzarsi dalle acque calme e scure, con le loro righe bianche ed azzure rovinate dal tempo, testimoni immobili e silenziosi di intime passeggiate, di bambini che si rincorrono, di turisti curiosi e di motociclisti che si prendono una pausa da chissà quale viaggio...

In questo caso il comodino è stato shabbato poco, su richiesta dell'acquirente, ecco perchè il titolo "Poco Shabby, molto Chic"...

Ora in programma piccoli oggetti coordinati: scatole, tavole personalizzate, cuori... per una camera dai toni pastello, a ricordare un pò le vacanze estive.

 

lovere lago

 

Un Vecchio Paniere Vestito di Nuovo

baule shabby chic

Sono passati alcuni mesi da quando portai a casa questo baule malandato, incupito dai mordenti e dalle aniline che si usavano su gran parte dei mobili di legno, da quando a partire dal 1858, l'anilina venne impiegata nella produzione di centinaia di sostanze coloranti. Da quando però ho scoperto la passione per lo stile Shabby Chic, mi è inevitabile immaginare qualsiasi mobile vecchio, trasformato con le nuance delicate e naturali delle pitture a gesso. Ogni volta che porto in laboratorio un mobile da recuperare, è come iniziare una piccola avventura, gli imprevisti capitano sempre e come diceva la mia nonna "niente ci fa perdere più tempo della fretta", meglio procedere con molta calma ed attenzione! Una volta fatti tutti i passaggi riguardanti il restauro del mobile, passo alla decorazione, la parte che più preferisco ed ecco che per dare un pò di spessore al lato frontale, ho ricreato una cornice, utilizzando colori diversi. Ed ecco il risultato, un vecchio baule, costruito nella prima metà del novecento con attrezzi manuali, rivisto in chiave Shabby. Non mi resta che trovargli una giusta sistemazione. Per eventuali richieste contattatemi senza impegno.

Per chi fosse interessato a partecipare ad un corso di tecnica shabby può contattarmi all'indirizzo mail: info@heartshabby.com

Offro anche servizio di recupero e decorazione in stile Shabby, in questo caso mi sporcherò le mani al posto vostro!

paniere shabby chic